Spondiloartrite assiale, compreso il morbo di Bechterew – Sintomi e diagnosi

Soffre di dolori alla schiena o di notti insonni, i suoi occhi sono infiammati? Ciò potrebbe essere il segno di una spondiloartrite assiale o del morbo di Bechterew. Trova qui ulteriori informazioni sui sintomi, sulla diagnosi e sul test diagnostico online.

 

Aggiornata il 4.9.2020 I Tempo di lettura di 7 minuti

Con le sue due forme, la spondiloartrite assiale di solito inizia con un’infiammazione nell'articolazione sacro-iliaca (articolazione tra l'osso sacro e le due ossa iliache), che collega la colonna vertebrale al bacino. Ciò spiega i dolori alla schiena quasi sempre profondamente radicati come un sintomo di rilievo all'inizio della malattia. Tuttavia, i primi segnali possono essere molto diversi.

Possibili sintomi della spondiloartrite assiale, compresi quelli del morbo di Bechterew

  • Dolori alla schiena profondamente radicati, che si verificano preferibilmente dopo un riposo prolungato, vale a dire la notte o nelle prime ore del mattino (risveglio durante la seconda parte della notte)
  • Miglioramento con il movimento, nessun miglioramento a riposo
  • I dolori alla schiena non appaiono improvvisamente ma lentamente, inizio progressivo nel corso del tempo
  • Rigidità mattutina della schiena di almeno 30 minuti o più
  • Dolori persistenti per più di tre mesi (dolori cronici alla schiena)
  • Dolori reciproci nei glutei
  • Età all'inizio ≤ 45 anni

Altri tipici sintomi della spondiloartrite assiale, compresi quelli del morbo di Bechterew

Altre articolazioni

Oltre alla colonna vertebrale, l'infiammazione dolorosa può interessare anche altre articolazioni come le spalle e, meno spesso, le dita delle mani e dei piedi.
 

Tendini

Spesso, si verifica anche un’infiammazione delle inserzioni dei tendini - ad esempio, sono tipici i dolori alla pressione del tendine di Achille.£
 

Infiammazione degli occhi

UnAxSpA può anche essere associata ad una infiammazione degli occhi. Il dolore, la sensibilità alla luce e il rossore vengono descritti come possibili disturbi. In genere, viene colpito solo un occhio.


Malattia infiammatoria cronica dell’intestino

Una piccola percentuale di pazienti con il morbo di Bechterew può, nel corso del tempo, sviluppare una malattia infiammatoria cronica dell’intestino (morbo di Crohn o colite ulcerosa).
 

Stanchezza

Le infiammazioni croniche sono un pesante fardello per l’organismo. Esse richiedono energia e spesso comportano stanchezza e spossatezza che risultano stressanti. L’affaticamento o una stanchezza intensa e spropositata sono sintomi importanti e spesso sottovalutati del morbo di Bechterew.
 

Psoriasi

Quasi il 10% dei pazienti può anche essere colpito da una malattia della pelle. La psoriasi è una malattia della pelle caratterizzata da un’infiammazione e una desquamazione della pelle. Le caratteristiche squame, rispettivamente delle chiazze rosse che talvolta prudono, possono apparire ovunque sul corpo sotto forma di piccole o grandi chiazze, in particolare sui gomiti, sulle ginocchia e sul cuoio capelluto.

Come si manifesta il morbo di Bechterew, la forma tardiva della spondiloartrite assiale?

Il morbo di Bechterew è caratterizzato da profondi dolori alla schiena che sopraggiungono soprattutto di notte e di mattina. Essi sono accompagnati da ciò che chiamiamo rigidità mattutina. Ciò che distingue i dolori alla schiena, è che iniziano lentamente, durano più di tre mesi e migliorano con l'esercizio. Inoltre, possono infiammarsi non solo le altre articolazioni, ma anche i tendini e l'iride.

Tipicamente, le aree della colonna vertebrale infiammate in modo cronico possono irrigidirsi. Le articolazioni intervertebrali possono perdere la loro mobilità e i dischi intervertebrali nonché i legamenti possono sclerotizzare. Ad uno stadio avanzato, ciò può portare a delle limitazioni del movimento e a delle cattive posture.

In generale, la malattia procede insidiosamente per degli anni e dei decenni, alternando le fasi di infiammazione a dei periodi più o meno esenti da sintomi.

Il morbo di Bechterew: fatti e miti

 

Scopri di più

Diagnosi della spondiloartrite assiale (axSpA)

Identificare l'inizio di un’axSpA in quanto tale può essere una sfida. A causa dei sintomi spesso non specifici e della frequenza nella popolazione dei dolori alla schiena, una spondiloartrite assiale non viene sempre immediatamente individuata. Una diagnosi precoce ed una terapia specifica più precoce possibile diventano determinanti per l’evoluzione della malattia.

Sfortunatamente, un solo test, che sarebbe rivoluzionario per la diagnosi dell’axSpA, non esiste. Vengono dunque raccolte molte informazioni come i pezzi di un puzzle, che forniscono gli indizi necessari per la presenza della malattia.

Per la diagnosi della spondiloartrite assiale, esistono vari esami e test:


Anamnesi familiare

In primo luogo, il medico esamina se ci sono dei parenti nella famiglia che hanno disturbi muscoloscheletrici o altre malattie infiammatorie croniche come la psoriasi o malattie intestinali come il morbo di Crohn o una colite ulcerosa e chiede le anamnesi personali.
 

Test di Mennell

Il test di Mennell è un test ortopedico per l'esame dell'articolazione sacro-iliaca. Il paziente è sdraiato a pancia in giù mentre il medico esercita una pressione sull'osso sacro e trattiene il bacino. La gamba tesa del paziente viene poi allungata verso il soffitto. Durante questo movimento, il dolore a livello dell’articolazione sacro-iliaca può indicare un segno d’infiammazione o delle lesioni degenerative di questa, come nel caso del morbo di Bechterew.
 

Esame radiografico

Gli esami radiologici possono rilevare delle lesioni strutturali, ad esempio, a livello delle articolazioni sacro-iliache o della colonna vertebrale.

Tuttavia, specialmente all'inizio della malattia i cambiamenti infiammatori non possono ancora essere rilevati tramite radiografia, , da cui il nome di spondiloartrite assiale non radiografica (nr-axSpA). Nella fase avanzata della malattia, la spondilite anchilosante, la radiografia è di solito un aiuto tecnico sufficiente.
 

Risonanza magnetica per Immagini (MRI)

La risonanza magnetica per immagini  (MRI) viene attualmente considerata il metodo tecnicamente più sensibile. Soprattutto nella fase iniziale della malattia, può avere un valore informativo migliore in termini di cambiamenti infiammatori rispetto ad un esame radiografico.
 

Analisi del sangue

Un esame del sangue permette al medico di determinare se è presente la caratteristica tissutale HLA-B27, che innesca la reazione difensiva difettosa. Più del 95% delle persone affette dal morbo di Bechterew possiede questa caratteristica. Tuttavia, essa è presente anche in altre malattie e in circa il 7% delle persone in buona salute. Un test dell'antigene HLA-B27 è quindi logico se altri sintomi suggeriscono il morbo di Bechterew. Alcuni valori ematici indicatori di un’infiammazione che sono abitualmente elevati per altre malattie reumatiche, generalmente non si verificano nel morbo di Bechterew. Le analisi di laboratorio rivelano anche dei segni d’infiammazione, come la concentrazione della proteina C-reattiva (CRP).

Si stima che in Svizzera, all’incirca 80’000 persone soffrano di questa malattia. Mediamente, sono necessari da 5 a 6 anni affinché possa essere fatta la diagnosi e a tutt’oggi, la maggior parte delle persone vivono con la malattia senza neanche saperlo. E lei? Faccia il test diagnostico online per sapere se si sospetta una spondilite anchilosante.

Morbo di Bechterew? Faccia il test diagnostico online!

Si stima che in Svizzera, all’incirca 80'000 persone soffrano del morbo di Bechterew. Mediamente, sono necessari da 5 a 6 anni affinché possa essere fatta la diagnosi e a tutt’oggi, la maggior parte delle persone vivono con la malattia senza neanche saperlo.

E lei? Faccia il test diagnostico online per sapere se si sospetta il morbo di Bechterew.

Verificato sul piano medico da Daniel Koch, Senior Specialist Medical Affairs, MSD Svizzera

Daniel Koch è attivo da più di 35 anni in varie posizioni nel settore farmaceutico, di cui 30 anni presso MSD. Dal 2011, lavora come Senior Specialist Medial Affairs nel settore dell’immunologia che comprende le malattie infiammatorie croniche come la spondiloartrite assiale, l'artrite reumatoide e l'artrite psoriasica.


CH-NON-00025; 09/2020

Ihr Browser oder dessen Version ist veraltet und diese Seite damit nicht darstellbar. Bitte besuchen Sie unsere Seite mit einem aktuellerem Web-Browser. Auf der Webseite browsehappy.com finden Sie eine Auswahl an aktuellen Web-Browsern und jeweils einen Link zu der Herstellerseite.