Consigli per la vita quotidiana con la colite ulcerosa

Una diagnosi di "colite ulcerosa" significa convivere con una malattia infiammatoria cronica. Chi ne soffre sa che improvvisamente entra a far parte della vita e che deve imparare ad accettarla e affrontarla nel miglior modo possibile. Ma le persone colpite non sono sole. Ci sono consigli e sostegni che possono sostenerla nella vita di tutti i giorni. Per saperne di più legga qui.

 

Aggiornato al 21.10.2020 I Tempo di lettura di 10 minuti

Trovi il giusto tipo di alimentazione

Sfortunatamente, non esiste una dieta speciale che aiuti a combattere la colite ulcerosa. Ma ci sono fattori nutrizionali che possono avere un effetto positivo sulla sua salute.


Alimentazione durante un episodio infiammatorio

Se sta soffrendo di un episodio infiammatorio, uno degli obiettivi terapeutici più importanti è alleviare il suo intestino. La diarrea frequente e la paura di mangiare che si manifestano durante un episodio possono portare a un ridotto assorbimento di ferro, vitamine nonché minerali e oligoelementi importanti. Pertanto, un altro obiettivo è compensare i sintomi di carenza.

A seconda dello stato di salute, può essere utile bere o nutrirsi tramite sondino. Anche un'adeguata assunzione di liquidi è importante, poiché con la diarrea frequente si espelle anche molta acqua ed elettroliti.

Il medico saprà consigliarla e prenderà le misure appropriate.
 

Alimentazione durante le fasi asintomatiche

Una volta che l'infiammazione si è attenuata, è possibile ricominciare ad assumere cibi. Inizialmente si possono assumere tè, fette biscottate, farina d'avena o pane bianco. Poi si potranno provare verdure o frutta cotte lentamente, patate, carne, pasta e riso. Se questi piatti sono ben tollerati, è possibile aggiungere al menu anche i grassi.

L'obiettivo è un'alimentazione equilibrata basata su una dieta completa e leggera. Non ci sono divieti sui cibi integrali leggeri. Ciò che è ben tollerato, è ammesso.

Tienga un diario alimentare

 

Per un lungo periodo di tempo, scriva ogni giorno cosa ha mangiato e bevuto, quando e come si è sentito dopo. Ha avuto fastidi? I sintomi che aveva sono migliorati o peggiorati? Scriverlo le darà un'idea dei cibi che tollera bene e di quelli che dovrebbe sostituire con altri. Questa consapevolezza la aiuterà a mettere insieme il suo piano nutrizionale individuale.

Suggerimenti nutrizionali generali in caso di colite ulcerosa

Le seguenti raccomandazioni agevolano una dieta leggera ed equilibrata.

  1. Suddivida la quantità di cibo in diversi piccoli pasti e mastichi bene.
  2. Si prenda abbastanza tempo per mangiare.
  3. Beva a sufficienza (almeno 1,5-2 litri al giorno).
  4. Eviti cibi troppo rosolati e speziati.
  5. Eviti di mangiare grandi quantità di cibi che gonfiano.
  6. Se possibile, non associ grandi porzioni di frutta a grandi quantità di liquidi. In particolare, non le associ a bevande gassate o succhi di frutta.
  7. Eviti carne e pesce crudi e prodotti a base di latte crudo perché aumentano il rischio di infezione.
  8. Consumi zucchero e dolci con moderazione. Tenga presente che i succedanei dello zucchero possono causare gonfiore e diarrea.


Monitori il decorso

Grazie ai farmaci moderni, è ora possibile tenere sotto controllo la colite ulcerosa e alleviarne i sintomi.  Tuttavia dovrà prendere appuntamento con il gastroenterologo a intervalli regolari. Può contribuire nella valutazione del successo terapeutico documentando il decorso individuale della sua malattia.


In preparazione al prossimo appuntamento dal medico, risponda ad esempio alle seguenti domande:

  • Ha avuto un episodio o nuovi sintomi dalla sua ultima visita?
  • Quante evacuazioni ha al giorno?
  • Ha una maggiore urgenza di evacuazione?
  • Ha avuto sangue nelle feci dalla sua ultima visita?
  • Quali ambiti della sua vita hanno subito influssi negativi a causa della colite ulcerosa dalla sua ultima visita?
  • Ha avuto mal di pancia o crampi dalla sua ultima visita?
  • Ha avuto difficoltà ad adottare la sua terapia?

In questo modo lei e l'équipe curante avrete una visione del decorso e potrete reagire per tempo se fosse necessario modificare la terapia.


Prepari gite e viaggi con cura

Naturalmente anche i pazienti affetti da colite ulcerosa possono viaggiare, ma si raccomanda un'attenta pianificazione. Anticipi qualsiasi dettaglio e lo discuta con il medico.

Ricordi quanto segue:

Osservi le misure di igiene e di protezione applicabili

Si informi sulla situazione nella sua destinazione e, se consigliato, indossi una mascherina.


Riempia il suo kit di medicinali da viaggio

Porti con sé abbastanza medicine da prendere regolarmente o in caso di emergenza.

Se ha bisogno di prodotti biologici, utilizzi un frigorifero o un’attrezzatura per la refrigerazione mobile per il trasporto. Verifichi prima della partenza se è possibile la conservazione raccomandata per i suoi medicamenti nella sua destinazione di viaggio. Si prega inoltre di notare che quando si viaggia all'estero, per alcuni medicamenti si ha bisogno di un certificato medico ufficiale (sono compresi gli antidolorifici forti).

Inoltre, il suo kit di medicinali da viaggio dovrebbe contenere:

  • un disinfettante
  • dei cerotti
  • delle mascherine protettive
  • una pomata cicatrizzante
  • un termometro
  • dei medicamenti per diarrea e vomito
  • delle compresse per il mal di testa
  • una pomata per le punture di insetti e per le scottature
  • una crema solare con il più alto fattore di protezione possibile 


Si informi sui servizi della sua destinazione di viaggio

Ci sono dei trasporti pubblici, un centro città, dei negozi, dei medici, degli specialisti, delle farmacie? Faccia ricerche e pianifichi di conseguenza.
 

Verifichi lo stato delle sue vaccinazioni

Se desidera andare all'estero, è importante chiarire quali vaccinazioni sono rilevanti a seconda della regione e della durata del viaggio. In quanto paziente con un reumatismo, il suo sistema immunitario è indebolito a causa della malattia e dei suoi medicamenti e quindi lei è più a rischio di contrarre una infezione.

Se sta pianificando una vacanza in Svizzera, si raccomanda la vaccinazione contro l’encefalite da zecche. Si Ricordi di portare con sé il certificato di vaccinazione al prossimo appuntamento.
 

​Proteggiale sue ossa

I pazienti affetti da malattia infiammatoria intestinale sono a maggior rischio di osteoporosi (rarefazione ossea). I seguenti suggerimenti sono alla base di ossa sane:
 

Si assicuri un sufficiente apporto di calcio

Può assumere calcio attraverso il cibo, per esempio mangiando latticini, formaggio a pasta dura, acqua minerale ricca di calcio o verdure a foglia verde (come cavoli, rucola, broccoli)
 

Assuma vitamina D a sufficienza

La vitamina D si forma quando la pelle è esposta alla luce solare. La normale luce diurna all'aperto è di solito sufficiente, anche se il sole non splende.
 

Faccia esercizio regolarmente

L'esercizio fisico regolare rafforza le ossa. Durante le fasi asintomatiche, integri lo sport e l'attività fisica nella sua vita quotidiana.


Discuta di pianificazione familiare e gravidanza con il medico

La colite ulcerosa non esclude il desiderio di avere figli. Se vuole avere figli, ne parli con il suo medico. La consiglierà, ad esempio, come prepararsi in maniera ottimale per fondare una famiglia e quali farmaci sono necessari e compatibili con il concepimento o la gravidanza e quali devono essere sospesi.


Eviti le infezioni

Un aumento del rischio di infezione può ad esempio verificarsi se si utilizzano terapie che interferiscono con il sistema immunitario (ad es. inibitori del TNFα), se è malnutrito o anziano.

Misure per prevenire le infezioni:

  • Parli con il suo medico delle misure preventive.
  • Presti particolare attenzione all'alimentazione e all'igiene quando è in viaggio.
  • Prima di iniziare la terapia biologica, faccia controllare lo stato delle vaccinazioni e le rinfreschi  se necessario, soprattutto con i cosiddetti vaccini vivi attenuati.
  • Si vaccini ogni anno contro l'influenza.


Eviti lo stress

Alcuni pazienti dichiarano che i sintomi peggiorano quando sono stressati. Ciò è probabilmente dovuto al fatto che lo stress colpisce il corpo in molti modi e può indebolire la resistenza all'infiammazione.

Trovi un modo per alleviare la sua tensione interiore: forse un massaggio o il training autogeno possono favorire il suo equilibrio interiore. Trovi la sua personale fonte di relax e le dedichi del tempo.


Si ricordi dello screening regolare e della diagnosi precoce del tumore

I pazienti affetti da colite ulcerosa sono a maggior rischio di sviluppare il tumore dell’intestino crasso o retto. Pertanto, a 6 - 8 anni dall'insorgenza della malattia, i pazienti dovrebbero sottoporsi a colonscopia per lo screening e la diagnosi precoce del tumore.
 

Scopra nuove prospettive professionali

Cambiare richiede coraggio e costa energie. Ma vale sempre la pena contribuire attivamente a plasmare il proprio futuro. La malattia ha ostacolato i suoi piani di carriera? Affronti l'eventualità di un possibile riorientamento. Ne parli con la famiglia e gli amici. Scopra nuove prospettive e un nuovo percorso. C'è sempre una soluzione e qualcuno che la aiuta.
 

Approfitti dello scambio di esperienze

Parlare con altre persone che soffrono di malattie infiammatorie intestinali può aiutare, motivare e prevenire l'isolamento sociale. Persone che condividono il suo destino la capiranno perfettamente. L'organizzazione di pazienti Crohn Colitis Schweiz è come una famiglia. I membri condividono storie e destini simili. Si aiutano a vicenda e condividono le loro preoccupazioni.

Qui, può trovare informazioni sul gruppo di aiuto reciproco in Svizzera:

Verificato sul piano medico da Daniel Koch, Senior Specialist Medical Affairs, MSD Svizzera

Daniel Koch è attivo da più di 35 anni in varie posizioni nel settore farmaceutico, di cui 30 anni presso MSD. Dal 2011, lavora come Senior Specialist Medical Affairs nel settore dell’immunologia che comprende le malattie infiammatorie croniche come la spondiloartrite assiale, l'artrite reumatoide e l'artrite psoriasica.

 


Per saperne di più sulla colite ulcerosa

CH-NON-00027; 10/2020

Ihr Browser oder dessen Version ist veraltet und diese Seite damit nicht darstellbar. Bitte besuchen Sie unsere Seite mit einem aktuellerem Web-Browser. Auf der Webseite browsehappy.com finden Sie eine Auswahl an aktuellen Web-Browsern und jeweils einen Link zu der Herstellerseite.