Cos'è la colite ulcerosa?

Cosa significa colite ulcerosa? In quali forme si differenzia? Quante persone sono colpite? Cosa succede con la malattia e qual è il decorso? Possono esserci complicazioni? Qui puoi trovare le risposte a queste domande.

 

Aggiornato al 21.10.2020 I Tempo di lettura di 7 minuti

La colite ulcerosa è un'infiammazione cronica della mucosa dell'intestino crasso sulla quale possono formarsi delle ulcere. Il decorso della malattia è episodico e può essere caratterizzato da diarrea sanguinolenta e viscida, mal di pancia, costante urgenza di evacuazione e crampi.

La colite ulcerosa è una delle patologie autoimmuni in cui il sistema immunitario attacca erroneamente il tessuto del proprio organismo innescando l'infiammazione. Questa infiammazione di solito inizia nel retto e da lì può diffondersi in tutto l'intestino crasso risalendo verso lo stomaco. All'inizio dell'intestino crasso la colite ulcerosa si placa. In questo si differenzia da un'altra malattia infiammatoria intestinale, il morbo di Crohn che può colpire qualsiasi parte del tratto digestivo.

Si distinguono le seguenti forme di colite ulcerosa:


Proctite ulcerosa

Se è solo il retto ad essere interessato dall'infiammazione, i medici parlano di proctite ulcerosa.

Proctosigmoidite

La proctosigmoidite è una colite ulcerosa la cui infiammazione raggiunge il retto e l'ultima parte dell'intestino crasso, il colon sigmoideo (estremità inferiore a forma di S dell'intestino crasso).

Colite del lato sinistro

L'infiammazione che dal retto passa attraverso il colon sigmoideo e il colon discendente fino alla curva sinistra dell'intestino crasso è nota come colite del lato sinistro.

Pancolite

In quella che è nota come pancolite, è l'intero intestino crasso a essere infiammato.
 

Cosa significa «colite ulcerosa»?

La parola "colite" è composta dai termini greci "colon" = intestino crasso e "itis" = infiammazione. La parola "ulcerosa" deriva dal latino "ulcus" che significa ulcera.

Esistono due tipi principali di malattia infiammatoria intestinale (IBD): la colite ulcerosa e il morbo di Crohn.

  • La colite ulcerosa è più diffusa della malattia di Crohn in tutto il mondo.
  • Mentre nella colite ulcerosa l'infiammazione è limitata all'intestino crasso, nella malattia di Crohn può interessare l'intero tratto digestivo dalla cavità orale all'ano.

Quanto è diffusa la colite ulcerosa?

In Svizzera, la colite ulcerosa e il morbo di Crohn sono tra le malattie infiammatorie croniche intestinali più diffuse. Colpisce più di 40.000 persone.

La colite ulcerosa può verificarsi in chiunque e a qualsiasi età. Tuttavia, è più probabile che si sviluppi tra il 15° e il 30° anno di vita o dopo i 60 anni.

Uomini e donne sviluppano la colite ulcerosa più o meno con la stessa frequenza.
 

Decorso della colite ulcerosa

La colite ulcerosa è una malattia cronica, cioè ricorrente, che di solito ha un decorso episodico. Ciò significa che la mucosa intestinale si infiamma ad intervallie poi si ristabilisce. L'evoluzione della malattia varia da paziente a paziente.

All'inizio si manifestano per lo più solo disturbi non specifici come muco durante l'evacuazione, flatulenza, maggiore urgenza di evacuazione e leggero mal di pancia. Sintomi che possono scomparire e che possono anche indicare disturbi gastrointestinali.

Con il progredire della malattia, l'infiammazione cronica dell'intestino crasso e del retto può portare a diarrea con aumento di muco e sangue e a una costante urgenza di evacuare. Spesso, prima dell'evacuazione, si manifesta un mal di pancia violento, accompagnato da crampi, che migliora dopo lo svuotamento.


Complicazioni della colite ulcerosa

La colite ulcerosa può portare a complicazioni di portata letale.

Possibili complicazioni sono:

  • grave sanguinamento dall'intestino
  • infiammazione fulminante con grave ingrossamento dell'intestino crasso (megacolon tossico)
  • lacerazione dell'intestino (perforazione)
  • tumore dell’intestino crasso

Se si manifestano tali complicazioni, è consigliabile ricorrere alla chirurgia. Grazie alle opzioni terapeutiche oggi disponibili, tali complicazioni si verificano solo raramente.

Si rivolga periodicamente a degli esperti

 

Esami diagnostici regolari consentono allo specialista di valutare l'ulteriore decorso di questa malattia infiammatoria cronica, adattare la terapia se necessario e, all'occorrenza, coinvolgere altri esperti (ad es. oculista, dermatologo, chirurgo).

Verificato sul piano medico da Daniel Koch, Senior Specialist Medical Affairs, MSD Svizzera

Daniel Koch è attivo da più di 35 anni in varie posizioni nel settore farmaceutico, di cui 30 anni presso MSD. Dal 2011, lavora come Senior Specialist Medical Affairs nel settore dell’immunologia che comprende le malattie infiammatorie croniche come la spondiloartrite assiale, l'artrite reumatoide e l'artrite psoriasica.

 


CH-NON-00027; 10/2020

Ihr Browser oder dessen Version ist veraltet und diese Seite damit nicht darstellbar. Bitte besuchen Sie unsere Seite mit einem aktuellerem Web-Browser. Auf der Webseite browsehappy.com finden Sie eine Auswahl an aktuellen Web-Browsern und jeweils einen Link zu der Herstellerseite.